Na Camboggia!

Vietnam 1970. Al confine tra Cambogia e Vietnam, “ingenti” forze americane devono scovare e distruggere immensi depositi nordvietnamiti.
Ospiti del Miles, abbiamo utilizzato miniature 1/72 e il regolamento Cold War Commander. PAAAPPA-PA-PPARAAAPA-PA-PARAPPAA-PA-PA-PARAPPAA’!!!

FOTO 027

Vietcong e Nordvietnamiti sono sparsi sul tavolo e i giocatori USA vedono solo delle pedine: alcune sono solo dummy, altri sono truppe reali; inoltre intorno ai due villaggi ci sono i depositi che gli Americani devono distruggere.

Gli Americani possono entrare da qualsiasi parte, tranne dall’angolo NE.
Decidono di effettuare un elisbarco con la compagnia C nella giungla a SW, dopo che gli aerei la hanno quasi completamente rasa al suolo con il napalm. Le compagnie A e B devono puntare sul primo villaggio, lasciando la strada libera per la colonna corazzata sudvietnamita. Inoltre sin dalla notte, alcuni reparti di truppe speciali si sono infiltrati e si trovano nei dintorni del tempio. Inutile dire che gli Americani godono di appoggio aereo, elicotteri d’attacco a terra e artiglieria pesante fuori mappa!

I giocatori norvietnamiti concentrano le forze in prossimità dei villaggi, ma occupano anche le altre zone del tavolo, non sapendo da dove arriveranno gli Americani. 4 sniper sono sparsi sul tavolo, il villaggio a NW è protetto da 3 bunker e alcune booby traps (6 anti fanteria e 2 anticarro) sono a disposizione, da innescare a piacere quando gli Americani si muovono, ma solo una per turno. Inoltre c’è una batteria di mortai pesanti, che però non entrerà mai in gioco.

Schieramenti iniziali.

FOTO 002

Dopo che gli aerei dell’USAAF hanno “deforestato” parte della giungla a SW, al suono della “Cavalcata delle valchirie” gli elicotteri americani fanno il loro trionfale ingresso in campo ….

FOTO 006

… e sbarcano le truppe della compagnia C.

FOTO 007

Amche la compagnia A entra in campo scortata dall’elicottero degli osservatori di artiglieria.

FOTO 008

Il 1° reparto “Rambo” scova la 1a compagnia NVA e scatenando un volume di fuoco impressionante, ne elimina 4 sezioni.

FOTO 012

La compagnia C, dopo essere sbarcata dagli elicotteri, viene accolta da un nutrito fuoco di fucileria da parte dell’unica compagnia di Vietcong.

FOTO 013

Le compagnie A e B (appena entrata dalla strada) cercano di accorrere in aiuto della compagnia C, ma le continue booby traps ne rallentano l’avanzata.

FOTO 014

La 1a compagnia NVA, dopo aver fatto la conoscenza con i “Rambo”, comincia la ritirata, continuanmente infastidita dall’artiglieria americana che li rallenterà molto.

FOTO 016

Una marea di fanteria americana, ora supportata anche dai carri armati sudvietnamiti, investe i Vietcong che resistono oltre ogni aspettativa!!!

FOTO 017

Panoramica. In alto, la 1a compagnia NVA è in rotta, mentre i Vietcong stanno per soccombere …

FOTO 018

… mentre i Rambo prendono possesso del tempio, che trovano vuoto.

FOTO 019

Dopo aver eliminato tutte le forze nordvietnamite dal settore sud e aver trovato un deposito di munizioni, Americani e Sudvietnamiti si riorganizzano sul margine del canale: dopo circa 3 ore di battaglia, comincia la seconda fase dello scontro.

FOTO 020

A sorpresa, la compagnia D sbarca in prossimità del secondo villaggio …

FOTO 021

… dove scopre a sue spese la presenza di un bunker e di alcuni civili che si rivelano vietcong!!!

FOTO 022

Cautamente avanzano i Rambo, i carri e la fanteria statunitense.

FOTO 023

A questo punto gli Americani ricorrono a tutte le loro armi pesanti: elicotteri d’attacco a terra, aerei a volo radente che però l’antiaerea nordvietnamita respinge e continui bombardamenti d’artiglieria …

FOTO 027

… ma la 2a compagnia NVA non molla e anzi elimina diverse basi di fanti americani.

FOTO 028

Un altro reparto di “Rambo” viene sbarcato dagli elicotteri vicino al villaggio, che viene attaccato da 2 compagnie di fanteria e 2 reparti di forze speciali. Vista l’ora tarda, l’arbitro decreta che i nordvietnamiti non possono resistere a lungo, quindi anche gli ultimi depositi verranno distrutti dagli Americani. Da notare che i Sudvietnamiti non hanno subito perdite, mentre le perdite americane assomano a circa una compagnia: cosa ne penserà l’opinione pubblica in patria? Altre medaglie verranno gettate sui gradini del Campidoglio a Washington???

FOTO 031

Le intonse truppe meccanizzate sudvietnamite!

FOTO 033

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...